Menu Chiudi

Mezze maniche rigate integrali con crema di fagioli borlotti e biete

Le mezze maniche rigate integrali con crema di fagioli borlotti e biete sono un primo piatto salutare ma al tempo stesso goloso. Ricco di fibre e proteine è la ricetta perfetta per chi segue una dieta priva di grassi.

Può essere considerato un piatto unico per la presenza di carboidrati, verdure e proteine. Vedrete che anche i vostri bimbi le mangeranno volentieri. Per la preparazione dei fagioli ho usato quelli freschi: sono solita fare scorta di qualsiasi legume durante la stagione e congelarli porzionati. In questo modo, posso benissimo usarli all’occorrenza.

In alternativa, potete benissimo usare i fagioli secchi, dovutamente messi a bagno almeno per 8 ore. Vediamo insieme come preparare questo buonissimo piatto.

 

Ingredienti per 4 persone

  • 320 g di mezze maniche rigate integrali
  • 300 g di fagioli
  • sedano
  • carota
  • cipolla
  • 1 cucchiaio di doppio concentrato di pomodoro
  • 200 g di biete
  • 1 foglia di alloro
  • sale q.b.
  • olio evo q.b.

PROCEDIMENTO

Mettete in una pentola i fagioli, con sedano, carota e cipolla tritati. Aggiungete il doppio concentrato di pomodoro e una foglia di alloro che aiuterà i fagioli ad essere più digeribili. Ricoprite di acqua e cuocete per circa 1 ora o a seconda di che tipo di fagioli usate. Io ho usato quelli freschi.

Per quelli secchi occorrerà un po’ di tempo in più. Ovviamente badate ad ammollarli per circa 8 ore prima di cuocerli.

Nel frattempo pulite e lavate le biete. Sbollentatele in acqua salata. Eliminate l’acqua in eccesso e mettetene una parte nel mixer insieme ai fagioli, dopo aver eliminato la foglia di alloro. Tritate il tutto con un mixer.

Aggiungete un filo di olio evo a crudo e le rimanenti biete tritate.

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e versatela nella padella nella quale avrete messo la crema di fagioli e biete. Finite la cottura della pasta, aiutandovi con qualche mestolo di acqua di cottura, aggiustate di sale e servite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *